Ricerca Spring HSC Low Emission Inks


Inco da sempre attenta alle esigenze produttive ceramiche, ma anche all’ambiente ed al benessere delle persone, ha sempre orientato la propria ricerca nello sviluppare prodotti estremamente performanti da un punto di vista tecnico ma che tenessero in considerazione il benessere degli addetti ai lavori in ceramica nonché quello degli abitanti dei distretti ceramici.
Nascono già nel lontano 2013, nel centro ricerche Inco, i primi studi finalizzati allo sviluppo di inchiostri ceramici a basso impatto olfattometrico, dalle basse emissioni in atmosfera e che mantenessero un buon comportamento su macchina digitale, oltre che tecnico, anche a livello di vapori ed airless emanati all’interno della cabina digitale ceramica.
La necessaria evoluzione digitale del comportamento ceramico ha infatti portato con se molteplici aspetti positivi legati alla qualità dei prodotti ceramici creati. Allo stesso tempo però, nel corso degli anni, è emerso un disagio olfattomentrico dovuto all’odore generato dai fumi prodotti in fase di cottura delle piastrelle ceramiche, in particolare durante il preriscaldo del forno ceramico.

Nonostante l’ottima qualità e performance tecnica dei prodotti in circolazione, nasce così l’esigenza di sviluppare degli inchiostri ceramici che abbassino le emissioni olfattometriche, e successivamente nasce anche l’esigenza di abbassare le emissioni di sostanze organiche in atmosfera.

La prima soluzione proposta da Inco fu la serie di inchiostri ceramici Inco Spring, già nel 2016 in produzione presso diversi gruppi ceramici Italiani. Formulati con solventi innovativi, andavano a limitare in maniera importante sia le emissioni olfattometriche che le sostanze organiche in atmosfera, rispetto ai classici inchiostri inkjet in circolazione, garantendo una ottima qualità di stampa ed assicurando flessibilità e continuità.

Nasce quindi poco dopo, nel 2017, la serie di inchiostri ceramici Inco Spring HSC – ALTO SOLIDO  sviluppata con una nuova generazione di solventi, a basso impatto olfattivo ed ambientale, con una nuova generazione di pigmenti, con elevate rese cromatiche, ed un nuovo concetto formulativo che unisce questi importanti aspetti per garantire come sempre un’ottima qualità produttiva, ampliare le possibilità estetiche, assicurare flessibilità e continuità.
Sia per gli inchiostri ceramici digitali colorati sia per le materie ceramiche digitali.
Gli elevati quantitativi utilizzati di materie ceramiche digitali, per conferire ai pezzi ceramici gli effetti e le caratteristiche desiderate, risultano in questo modo gestibili grazie un impatto olfattivo minimo e ad una drastica riduzione delle emissioni in atmosfera.

Gli inchiostri Alto Solido HSC, in ragione del loro ridotto contenuto di solvente organico, secondo infatti le linee guida emanate dalle autorità, qualora si dovesse presentare una modifica sostanziale o non sostanziale della propria AIA relativa a progetti che impattano sulle emissioni in atmosfera, sono da considerarsi per il 50% del loro valore, a differenza degli inchiostri tradizionali che devono essere presi per intero.

La ricerca Inco però non si ferma mai, per questo stiamo migliorando questa serie di inchiostri sia dal punto di vista dell’impatto olfattivo sia dal punto di vista delle emissioni in atmosfera senza andare ad inficiare le caratteristiche tecniche e di performance di questi prodotti.

Contatti

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy del sito www.incolours.it