Strumentazione


Inco dispone di strumentazioni all’avanguardia che permettono uno studio approfondito di tutti i parametri tecnico scientifici che caratterizzano i prodotti commercializzati. Dalla ricerca, al controllo qualità, alla assistenza tecnica e grafica numerosi sono gli strumenti e le apparecchiature impiegate.

Spettrofotometria XRF, Granulometro laser, Viscosimetro, Tensiometro, pHmetro, Conduttimetro, Microscopio, Spettofotometro, Termogravimetria.

Spettrofotometria XRF
+
I laboratori Inco da oltre 15 anni dispongono di una Spettroscopia a raggi X che permette di conoscere la composizione chimica elementare di un campione, in maniera non distruttiva, attraverso lo studio della radiazione di fluorescenza X. Permette di identificare con esattezza gli elementi chimici del campione analizzato. Molto utilizzata come controllo qualità delle materie prime per la produzione di pigmenti inorganici in ingresso, ma non solo, anche in fase di ricerca per identificare formulazioni e processi produttivi idonei.
Granulometro laser
+
Il granulometro laser è per eccellenza lo strumento più utilizzato nei laboratori Inco. Determinare la distribuzione granulometrica è fondamentale sia se si parla di inchiostri, sia se si parla di pigmenti inorganici, sia se si parla di materie prime per la produzione di pigmenti. Ma anche in ceramica quando si parla di impasti, smalti o graniglie.
Per questo motivo vantiamo diversi granulometri, per effettuare sia misure in acqua che misure in solvente; per effettuare misure di materiali con distribuzioni granulometriche sub microniche oppure anche oltre 40 micronmetro.
Grazie ad anni di esperienza, abbiamo costruito delle precise SOP che ci permettono di avere una riproducibilità dei risultati eccellente.
Viscosimetro
+
Abbiamo differenti tipologie di viscosimetri che ci permettono di valutare la viscosità di un determinato campione, che sia inchiostro, che sia una materia prima per la produzione di inchiostri.
Grazie a procedure scientifiche messe appunto nel corso degli anni, attraverso questa apparecchiatura scientifica, riusciamo inoltre a valutare la qualità di un campione, in particolare la qualità di un inchiostro ceramico digitale.
Tensiometro
+
Sia in fase di ricerca che in fase di controllo qualitativo, andiamo a valutare la tensione superficiale del nostro campione, che sia appunto un inchiostro, che sia una materia prima per la produzione di inchiostri. Ci avvaliamo di uno strumento che è in grado di misurare la tensione superficiale sia statica che dinamica di un campione, anche in funzione della temperatura. In questo modo possiamo in fase di ricerca valutare la cinetica, il comportamento e gli effetti dei tensioattivi oltre che la stabilità di un campione. In fase invece di controllo qualitativo andiamo a valutare la costanza dei lotti prodotti e qualora necessario li modifichiamo per garantire il massimo delle performance.
pHmetro
+
Sappiamo che il pH può essere importante e può andare ad influenzare determinati comportamenti, oltre che, se non stabile, portare nel lungo periodo a delle problematiche qualitative.
Misuriamo per questo motivo il pH sia in fase di ricerca che in fase di controllo qualità su molti nostri prodotti. Inoltre, in fase di ricerca, sottoponiamo i nostri prodotti ad un processo di invecchiamento veloce forzato di modo da valutare proprio il pH in condizioni ambientali estreme.
Conduttimetro
+
La misura della conducibilità risulta fondamentale sia per quanto riguarda i pigmenti inorganici che per quanto riguarda gli inchiostri ceramici inkjet. Misuriamo la conducibilità sia sulle materie prime in ingresso per la produzione di pigmenti, sia sugli stessi pigmenti, sia sugli inchiostri ceramici inkjet e garantiamo ai nostri clienti valori di conducibilità estremamente contenuti di modo da avere ottimi comportamenti e costanza nel tempo.
Microscopio
+
Il laboratio ricerca è equipaggiato con un sofisticato microscopio ottico che permette di analizzare e valutare diverse tipologie di campioni consentendo fotografie digitali per una valutazione maggiormente accurata ed anche a distanza di tempo dei campioni analizzati.
Spettrofotometro
+
Da sempre alla base della valutazione dei pigmenti inorganici e della loro resa colorimetrica , lo spettrofotometro viene utilizzato per permettere una valutazione oggettiva del tono, non solamente dei pigmenti ma anche degli inchiostri. Disponiamo di molteplici spettrofotometri in ogni reparto: tecnico, grafico e commerciale. Garantiamo anche grazie a questo ai nostri clienti il massimo della qualità e costanza nel tempo.
Sistema di controllo filtraggio
+
Disponiamo di apparecchiature scientifiche che ci permettono la valutazione della qualità del filtraggio dei nostri prodotti di modo da garantire ai nostri clienti prodotti altamente performanti e costanti.
Termogravimetria
+
I laboratori di ricerca Inco dispongono di apparecchiature che permettono la valutazione della perdita in peso e della stabilità nel tempo a temperature elevate dei propri campioni, in particolare di inchiostri o materie prime per la realizzazione di inchiostri.

Oltre agli strumenti scientifici di proprietà e presenti nel centro ricerche, necessari per la verifica quotidiana delle proprietà chimico fisiche dei prodotti, Inco vanta strutturate collaborazioni con fornitori, centri ricerca ed Università che permettono l’utilizzo di apparecchiature scientifiche ancora più specialistiche come ad esempio: gas-cromatografia, gas-massa, XRD, ICP plasma, SEM, microscopio riscaldante, analisi SOV, analisi sostanze odorigene, ecc.

Inco possiede inoltre diversi impianti pilota per la produzione dei propri prodotti in piccola scala e la simulazione in toto dei veri processi produttivi di modo da non demandare nulla al caso.
Tra questi:

  • Diverse muffole da laboratorio che permettono la calcinazione dei prodotti;
  • Mulini di macinazione tradizionale ad umido, mulini di macinazione a getto di aria compressa (noti anche come jett mill), fino ad arrivare a diversi mulini a microsfere da laboratorio per la produzione di inchiostri.
  • Diversi forni a rulli per la simulazione della cottura del pezzo ceramico;
  • Diversi tester digitali per la simulazione del comportamento degli inchiostri sulle testine di stampa in primis, ed una valutazione della qualità e della resa colorimetrica degli inchiostri prodotti in seconda battuta;
  • Diversi plotter per simulare l’applicazione ceramica degli inchiostri di stampa e studiare, con l’ausilio di software di colour management, il miglior profilo colore possibile nelle condizioni del cliente in base appunto alle sue esigenze.

Il reparto di assistenza tecnica è equipaggiato infine con macchinari all’avanguardia che permettono la pulizia di tutte le tipologie di teste di stampa ceramiche di modo da aiutare i propri clienti a fronte di qualsiasi problematica.